Analisi
Portucel 13 anni fa - lunedì 22 marzo 2004

PORTUCEL

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Lisbona
PREZZO: 1,58 EURO
RISCHIO: **

Nel 2003 l'utile per azione di Portucel (PORT.IN) è sceso del 25,3% a 0,09 euro (0,08 euro senza elementi straordinari) e il fatturato è diminuito del 7,8%. Anche se le quantità vendute sono aumentate del 3,5% nella carta (75% del fatturato), quelle nella pasta per carta sono scese dell'8,6% e i prezzi medi sono scesi in entrambe le attività, rispettivamente dell'8,5% e dell'8,8%. I costi per il personale sono però diminuiti, il risultato finanziario è nettamente migliorato (minor indebitamento) e il gruppo ha beneficiato del nuovo regime fiscale. Da segnalare anche il progetto di una nuova fabbrica sul sito industriale di Setúban, che dovrebbe debuttare nel 2006. Per quanto riguarda la messa in vendita del 30% del capitale di Portucel da parte dello Stato portoghese (che ne detiene il 57%) i cinque candidati in lizza offrono un prezzo che va da quello minimo fissato per l'operazione di 1,45 euro per azione (le portoghesi Cofina e Semapa e la canadese Dotmar) fino agli 1,55 euro per azione della spagnola Lecta e della sudafricana Mondi.

Abbassiamo le stime sull'utile per azione 2004 da 0,14 a 0,13 euro, mentre stimiamo un utile per azione 2005 di 0,16 euro. Al livello attuale l'azione resta correttamente valutata, ma il prezzo supera già il minimo stabilito per la privatizzazione e secondo noi il potenziale di crescita è ridotto. Mantenere, ma non acquistare.

 

condividi questo articolo