Analisi
Alleanza 13 anni fa - lunedì 5 aprile 2004

ALLEANZA

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 9,31 EURO
RISCHIO: **

Alleanza chiude il 2003 con un utile di 0,425 euro per azione, in crescita del 55% rispetto al 2002 e in linea con le nostre stime. Il positivo risultato è dovuto innanzitutto all’andamento dell’attività assicurativa: le somme raccolte presso i clienti sono aumentate del 61,5% rispetto al 2002, e questo ha permesso di aumentare del 56% il saldo della gestione tecnica (differenza tra le somme raccolte e i costi più strettamente "assicurativi", in particolare i risarcimenti ai clienti). L’altro elemento che ha contribuito al miglioramento dei conti è il progresso delle Borse, che ha fatto quasi raddoppiare i proventi da investimenti (da meno di 0,08 euro per azione nel 2002 a circa 1,4 euro nel 2003). I progressi nei conti hanno permesso di aumentare a 0,28 euro il dividendo, anche se su questo fronte le aspettative del mercato sono andate parzialmente deluse (ci si attendeva un dividendo straordinario di importo superiore).

Per il 2004 il gruppo si aspetta nuovi progressi nelle somme raccolte presso i clienti, anche grazie al recente accordo con Banca Intesa che ha portato alla nascita di IntesaVita. Stimiamo un utile 2004 e 2005 rispettivamente di 0,45 e 0,5 euro per azione, ma i risultati dipenderanno in maniera significativa dall’andamento dei mercati finanziari. Nonostante il miglioramento dei conti, il titolo resta caro; potete però mantenere.

ALLEANZA / ASSICURATIVI

Buon 2003 per Alleanza (grassetto; base 100) che rimane in linea con il settore assicurativo. Mantenere.

 

condividi questo articolo