Analisi
Gruppo Coin 13 anni fa - lunedì 26 aprile 2004

GRUPPO COIN

SETTORE: distribuzione
BORSA: Milano
PREZZO: 2,79 EURO
RISCHIO: ***

Nell’esercizio 2002/2003 (chiuso il 31 gennaio) Coin registra un rosso di 2,37 euro per azione, dovuto principalmente ai costi straordinari (2,21 euro per azione) per la chiusura dei 71 punti vendita in Germania. Il gruppo è infatti impegnato in un piano di ristrutturazione che prevede il ritiro dal mercato tedesco, la cessione delle attività in perdita (insegna Bimbus ceduta nel 2003), la razionalizzazione e la focalizzazione sui due marchi Coin e Oviesse in Italia. Le vendite delle due insegne storiche, tuttavia, non sono state brillanti (Oviesse -1,4%, Coin -5,5%) limando la quota di mercato in Italia (3,91% rispetto al 4,08% dell’anno precedente). Per quanto riguarda il 1° bimestre 2004/2005 (febbraio-marzo), il difficile contesto economico ha dato una mano a Oviesse che produce prodotti di fascia bassa: le sue vendite sono aumentate del 5,7%. La crisi dei consumi si è riflessa invece su Coin (prodotti di fascia media) le cui vendite sono calate del 9,8% e per le quali il gruppo intende intensificare le attività pubblicitarie.

Ci vorrà ancora tempo prima che la claudicante ripresa economica in corso si traduca in una ripresa dei consumi, e questo penalizza le vendite di Coin che deve anche fare i conti con la crescente competizione estera. Stimiamo che Coin chiuda il 2004/2005 ancora in perdita (0,17 euro per azione). Titolo molto caro, non acquistare.

GRUPPO COIN / BORSA 

 

Il titolo (grassetto; base 100), molto caro, fatica a riprendersi dopo il crollo. Non acquistare.

 

condividi questo articolo