Analisi
UCB 13 anni fa - lunedì 19 aprile 2004

UCB

SETTORE: salute e farmacia
BORSA: Bruxelles
PREZZO: 35,92 EURO
RISCHIO: ***

Il titolo UCB (UCBBt.BR) è salito del 7,4% in un solo giorno sulle voci di un imminente accordo con Pfizer. Un accordo che, secondo alcuni, avrebbe previsto la vendita delle licenze dell'antiallergico Zyrtec a Pfizer, mentre secondo altri avrebbe riguardato l'antiepilettico Keppra oppure l’ingresso di Pfizer nel capitale di UCB. Il gruppo belga ha smentito l'esistenza di accordi con Pfizer, ma ciò nonostante il titolo resta ai livelli massimi da agosto 2002. L’azione beneficia delle maggiori vendite del Keppra (+41% nel 1° trimestre 2004), ma non basta a giustificarne l'impennata. È quindi probabile che il mercato continui ad aspettarsi un'operazione strategica e che questa riguardi la farmacia (50% del fatturato) che resta al centro degli interessi di UCB. Del resto il management non nasconde l'ambizione di ampliare l'offerta di farmaci tramite accordi commerciali o sviluppando molecole in cooperazione con altri gruppi. Tali iniziative, se ben negoziate, migliorerebbero le prospettive di utili di UCB, finora dipendenti soprattutto dal Keppra.

Per ora nessuna novità, ma crediamo che UCB intenda svilupparsi a medio termine per compensare il calo nelle vendite dello Zyrtec. Malgrado il rialzo l'azione è correttamente valutata. Mantenere.

UCB (in euro) 

 

Dopo la forte salita l'azione torna ai livelli dell'agosto 2002. Mantenere, ma non acquistare.

 

condividi questo articolo