Analisi
Banca Popolare di Milano 13 anni fa - lunedì 24 maggio 2004

BANCA POPOLARE MILANO

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 4,95 EURO
RISCHIO: **

Bpm ha presentato il piano triennale 2004/2006 che vede una forte crescita nei volumi di attività, superiori al progresso registrato nel 1° trimestre 2004. Per le somme raccolte presso la clientela, il gruppo stima una crescita annua del 4,3% (+3,3% nel 1° trimestre 2004) con risultati notevoli nel risparmio gestito (+10,3% annuo). Sul fronte dei prestiti, Bpm intende aumentare i volumi (+8,1% annuo, contro il +6,1% del 1° trimestre di quest’anno) mantenendo però la sua caratteristica di banca "regionale" e concentrando l’attività verso la clientela retail e le piccole/medie imprese. Se gli obiettivi in termini di volumi sono ambiziosi, ancora di più lo sono quelli in termini di redditività: Bpm stima un aumento dei ricavi del 7,4% annuo, mentre nel 1° trimestre 2004 la crescita si è fermata al 2,5% a causa dei minori ricavi da interesse che hanno vanificato parte dei progressi nelle commissioni. Infine, grazie al controllo dei costi, Bpm stima una crescita del 64% annuo nell’utile (+30% nel 1° trimestre 2004).

Trimestre in linea con le stime, ma gli obiettivi futuri superano le attese. Manteniamo invariate le stime sull’utile per azione 2004 (0,28 euro) ma alziamo quelle sul 2005 (0,40 euro). Titolo correttamente valutato, ma gli obiettivi sono impegnativi e la struttura di banca "popolare" e "regionale" frena l’interesse del mercato. Mantenere.

B. POP. MILANO / BANCHE 

 

Piano ambizioso per Bpm (grassetto; base 100) che però non riesce a raggiungere il settore. Mantenere.

 

condividi questo articolo