Analisi
Mariella Burani 13 anni fa - lunedì 17 maggio 2004

MARIELLA BURANI

SETTORE: beni di consumo
BORSA: Milano
PREZZO: 7,66 EURO
RISCHIO: *

Nel 1° trimestre 2004 Mariella Burani registra un fatturato in forte crescita (+17,9%), spinto dal buon andamento delle vendite e dall'inserimento nel gruppo di Le Tricot Perugia. Gli utili industriali, dopo aver scontato il peso degli ammortamenti, crescono dell'11,7%. Se però agli utili dell'attività industriale togliamo le tasse e i costi finanziari, il miglioramento dei conti (esclusi gli elementi straordinari) si attesta a un più blando +2%. Scendendo più nel dettaglio della gestione, il 1° trimestre 2004 è stato caratterizzato da un incremento delle vendite di prodotti a più elevati margini di profitto (divisione pelle), dalla crescita dei canali distributivi diretti, dall'aumento delle vendite generate da marchi propri e da una accresciuta integrazione delle società del gruppo. In particolare segnaliamo l'importante acquisizione della catena di distribuzione Don Gil, proprietaria di 38 negozi multimarca in Austria (il gruppo ha da poco ottenuto il via libera da parte dell’autorità antitrust austriaca). Per fine 2004 la società si attende una crescita del fatturato a due cifre, grazie anche al rafforzamento della rete distributiva che dovrebbe arrivare a 200 negozi.

Per il 2004 stimiamo un utile per azione di 0,37 euro (0,43 nel 2005). Visti i prezzi attuali il titolo è tuttavia caro, per cui non ve ne consigliamo l'acquisto.

 

condividi questo articolo