Analisi
ABB 13 anni fa - lunedì 28 giugno 2004

ABB

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Zurigo
PREZZO: 6,75 CHF; 4,45 EURO
RISCHIO: ****

ABB (ABBN.VX) ha annunciato irregolarità contabili nella controllata italiana. Queste riguardano solo il 1,4% del risultato industriale complessivo tra il 1998 e il 2004, ma la sua immagine (riabilitata dal giudizio favorevole, che dovrebbe venir confermato in appello, in una causa sull’amianto negli Usa) è di nuovo oscurata, proprio ora che la situazione stava migliorando. ABB è infatti riuscita a cedere la petrolchimica, si sta rifocalizzando sulle due attività chiave (automazione e energia) e la sua situazione finanziaria non desta più preoccupazioni dopo l’aumento di capitale dello scorso dicembre. I risultati del 1° trimestre confermano la tendenza positiva di fine anno a livello sia di ordinativi sia di redditività, anche se il gruppo non ha centrato l’obiettivo 2003 (andamento negativo nelle attività non strategiche). Nonostante la riuscita ristrutturazione, l’obiettivo del management di un margine industriale (rapporto tra utile industriale e fatturato) dell’8% nel 2005 ci appare un po’ troppo ottimista.

ABB ha quasi concluso la ristrutturazione, le finanze sono state risanate e i risultati sono incoraggianti, ma il titolo (caro) ne tiene già conto. Inoltre le irregolarità contabili potrebbero pesare sulla ripresa. Manteniamo elevato il livello di rischio e stimiamo un utile per azione di 0,25 franchi svizzeri nel 2004 e 0,42 franchi svizzeri nel 2005. Non acquistare.

ABB (in franchi svizzeri) 

 

Al livello attuale il titolo anticipa già l’attesa crescita degli utili. Non acquistare.

 

condividi questo articolo