Analisi
Arcelor 13 anni fa - lunedì 5 luglio 2004

ARCELOR

SETTORE: siderurgia
BORSA: Bruxelles
PREZZO: 13,44 EURO
RISCHIO: ***

Arcelor (CELR.BR) ha annunciato che porterà dal 28 al 61,8% la quota nella brasiliana CST. Assumendo il controllo di uno dei produttori d’acciaio piano al carbonio tra i più competitivi al mondo, il gruppo continua il cambiamento con l’obiettivo di restare competitivo rispetto ai concorrenti asiatici e indiani che si stanno affermando. In tale ottica il gruppo sposta la produzione meno redditizia (acciaio laminato a caldo) lungo le coste (minori costi di trasporto via mare) e in Paesi con costi di produzione minori, mentre riserva i siti terrestri a produzioni con margini di guadagno più elevati. Con il controllo di CST, Arcelor intende anche soddisfare la domanda nordamericana, più stabile rispetto a quella sudamericana che tuttavia ha maggiori potenziali di crescita. Questa operazione da 500 milioni di euro, un prezzo corretto secondo noi, sarà finanziata con un aumento di capitale (vedi Detto tra noi ) per un miliardo di euro. Il resto dei fondi servirà a altre operazioni di crescita esterna come l’aumento della partecipazione in Acesita (leader nell’acciaio in Brasile).

L’acquisizione di CST gioverà al gruppo a medio termine e, secondo i nostri calcoli, diluirà di poco l’utile per azione nel 2004 e 2005. L’azione, correttamente valutata, non tiene però conto del calo dei prezzi dell’acciaio atteso nel 2005. Non acquistare.

ARCELOR (in euro) 

 

Al livello attuale l’azione non riflette l’atteso calo dei prezzi dell’acciaio nel 2005. Non acquistare.

 

condividi questo articolo