Analisi
Beta: la "cilindrata" del portafoglio? 13 anni fa - lunedì 12 luglio 2004

BETA: LA "CILINDRATA" DEL PORTAFOGLIO?

Il beta, o coefficiente di volatilità, è un parametro che mette in relazione l’andamento di un titolo con quello del mercato in cui il titolo è quotato. Indica in che misura i movimenti di prezzo di un’azione sono "amplificati" o "smorzati" rispetto agli alti e bassi dell’intero mercato. Ma com’è calcolato? E come usarlo?

· Il calcolo del beta viene effettuato rapportando la covarianza del titolo rispetto alla Borsa in cui è quotato (indicatore della relazione tra l’andamento di un’azione e quello della Borsa; vedi riquadro) alla varianza del mercato (indicatore della volatilità dell’indice di Borsa; vedi riquadro).

· A seconda dei risultati, un’azione può essere definita aggressiva o difensiva. Se il beta è maggiore di 1, l’azione tende – in media – ad amplificare le variazioni del mercato, sia quelle positive sia quelle negative; è quindi un titolo aggressivo, perché più "volatile" del mercato.

· Se invece il titolo ha un beta inferiore a 1, può essere definito difensivo perché – sempre in media – tende a registrare perdite inferiori a quelle registrate dal mercato, pagando però questo vantaggio con crescite più modeste quando il mercato è in progresso.

· Se un titolo, infine, ha un beta negativo  – caso possibile, anche se così poco frequente che quasi non vale la pena di parlarne – tende a muoversi in direzione opposta al mercato: registra cioè dei guadagni soprattutto quando la Borsa scende, e viceversa tende a scendere quando il mercato va bene. Per la loro caratteristica di andare in "controtendenza", i titoli con beta negativo possono ridurre il rischio dell’intero portafoglio, perché compensano i guadagni e le perdite degli altri titoli. Peccato, però, che siano decisamente rari!

 

PER SEMPLIFICARVI LA VITA

Come reperire il valore del beta dei vostri titoli, senza ricorrere a lunghi calcoli e ricerche di dati? Un metodo c’è: è possibile trovarlo, già calcolato, nel nostro "Supplemento tecnico", insieme a una serie di altri utili indicatori. Per ricevere il "Supplemento tecnico", potete contattare il nostro Ufficio abbonamenti (tel. 02.69.61.520).

 

· Il beta di un singolo titolo può cambiare nel tempo e dipende in parte dalle caratteristiche della società, ma ancora di più dall’attività svolta: i settori in cui gli utili dipendono molto dall’andamento dell’economia e delle Borse (come per esempio il risparmio gestito) hanno un beta più alto, mentre settori con utili più stabili (alimentare, petrolifero) mostrano beta più bassi. Il titolo Mediolanum, ad esempio, ha un beta pari a 1,9 mentre il titolo Eni ha un beta pari a 0,4.

· Ovviamente questo non basta a garantirvi un guadagno: se i mercati scendono, anche i titoli difensivi tendono a scendere; meno di altri, è vero, ma si tratta comunque di perdite. Inoltre, le indicazioni fornite dal beta sono valide in media, ma l’andamento di un settore o del singolo titolo dipendono anche da una serie di altri fattori (risultati societari, strategie, operazioni straordinarie…). Per questo, continuiamo a ritenere basilare l’analisi dei singoli titoli, con i conseguenti consigli che trovate alle pagine 3 e seguenti. L’indicazione del beta, tuttavia, vi può essere utile per scegliere tra i vari titoli consigliati all’acquisto, in base al vostro grado di "ottimismo" sui mercati: meglio una scattante fuoriserie che amplifichi i risultati, o una tranquilla familiare, per limitare i danni degli "incidenti"?

UN "ACCELERATORE" RISCHIOSO

Il titolo Mediolanum (grassetto; base 100) ha uno dei beta più elevati tra le azioni italiane da noi seguite. Per questo tende a battere la Borsa (linea sottile) quando questa va bene, ma i suoi "scivoloni" sono più pericolosi.

 

PER GLI AMANTI DELLE FORMULE

La varianza si calcola attraverso la seguente formula:

dove m indica la media aritmetica dei valori di x. La covarianza, invece, è data dalla seguente formula:

 

dove m x e m y indicano rispettivamente la media aritmetica dei valori di x e di y. Nel caso del beta di un titolo, i valori di x rappresentano il rendimento del mercato mentre i valori di y rappresentano i rendimenti dell’azione.

 

condividi questo articolo