Analisi
Bulgari 13 anni fa - lunedì 16 agosto 2004

BULGARI

SETTORE: beni di consumo

BORSA: Milano

PREZZO: 7,14 euro (13/08)

RISCHIO: ***

I ricavi crescono

Bulgari, attiva nel settore del lusso, ha annunciato risultati relativi al 1^  semestre 2004 che vedono una crescita dei ricavi (rispetto al 1^ semestre 2003) pari al 6,9% – e il dato sul II trimestre è ancora più incoraggiante con un bel balzo del 13,5%. Bulgari è cresciuta in tutti i Paesi in cui è presente tranne che in Italia (che oggi pesa per il 12,6% delle vendite contro il 14,8% di un anno fa) con balzi nelle vendite pari o di poco superiori al 20% in Giappone e Medio Oriente – che insieme pesano per poco meno di un terzo del giro d’affari. Ma Bulgari si è comportata molto bene anche in America dove ha il fatturato è cresciuto del 15,6%, ma sarebbe balzato addirittura del 27,3% se il dollaro debole non si fosse mangiato parte di questa crescita riducendo il volume delle vendite una volta tradotto in euro. Dal punto di vista merceologico sono andati bene gioielli (+12%) e profumi (+12,2%) che insieme sono quasi il 60% delle vendite di Bulgari, mentre sono rimasti stabili gli orologi (+2,5%) e si sono contratte le vendite di accessori (-2,6%). La società, visti questi risultati si è detta fiduciosa di poter concludere l’anno bene, nonostante gli scenari di incertezza politica possano far pensare che il settore del lusso possa subire una battuta di arresto.

 

Confermiamo le nostre stime di utile prevedendo 0,35 euro per azione nel 2004 e 0,4 euro nel 2005. Il prezzo di mercato del titolo purtroppo tiene già abbondantemente conto delle sue buone prospettive facendo di Bulgari un titolo caro, e il nostro consiglio rimane, quindi, quello di non acquistare.

 

condividi questo articolo