Analisi
Crédit Suisse 13 anni fa - lunedì 16 agosto 2004

CREDIT SUISSE

SETTORE: finanziario

BORSA: Zurigo

PREZZO: 37,35 CHF (13/08)

RISCHIO: ***

Previsioni abbassate, ma il prezzo ne tiene già conto

Utili deludenti per la banca svizzera, nel 2^ trimestre: 1,24 franchi per azione, pari ad una diminuzione del 23% rispetto al 1^  trimestre. Le divisioni “banca privata” e “assicurazioni” si sono comportate bene. Ma la divisione “banca d’investimento” ha visto i suoi utili scendere del 43% a causa soprattutto dei mercati finanziari particolarmente piatti., di un portafoglio crediti di qualità inferiore di quello della concorrenza e di una non ancora perfetta gestione dei costi. CS desidererebbe sviluppare questa divisione in Europa (soprattutto in Germania), mossa che dovrebbe far crescere ulteriormente i costi, soprattutto nel periodo iniziale: aumento degli stipendi, assunzione di nuovi agenti. Comunque, dopo aver risolto i problemi interni tra i due rami della dirigenza, il prossimo dicembre verranno lanciate nuove misure di ristrutturazione. Oltre al controllo dei costi, attendiamo anche iniziative che portino ad una crescita dei ricavi. Inoltre CS ha confermato la sua intenzione di liberarsi della deludente divisione “assicurazioni” (Winterthur), o introducendola in borsa o vendendola. I ricavi di questa cessione dovrebbero servire, secondo noi, a sviluppare lo sviluppo della divisione “banca d’investimento”.

Abbassiamo le nostre previsioni sull’utile per azione a 4,91 franchi per il 2004 (contro i precedenti 5,93) e a 6,07 franchi per il 2005 (contro 6,53). I risultati del 2^ trimestre confermano che CS sta attraversando un momento difficile. Rimaniamo fiduciosi sulla capacità di far ripartire la divisione “banca d’investimento”, a condizione che siano prese misure di ristrutturazione radicali. A meno di 40 franchi, il titolo già sconta le difficoltà attuali. Acquistare.

 

condividi questo articolo