Analisi
Alleanza 13 anni fa - lunedì 13 settembre 2004

ALLEANZA

SETTORE: finanziario
BORSA: Milano
PREZZO: 8,84 EURO
RISCHIO: **

Nel primo semestre 2004 le somme raccolte da Alleanza presso i clienti sono più che raddoppiate rispetto allo stesso periodo 2003. Il balzo è però dovuto all’ingresso nel gruppo di Intesa Vita, società in comune con Banca Intesa; senza quest’elemento, le somme raccolte presso i clienti crescono "solo" del 26,8%. Un risultato più che positivo, anche se non esente da qualche segnale di debolezza: le nuove polizze sottoscritte, ad esempio, sono sì in crescita ma a ritmi inferiori rispetto allo scorso anno, soprattutto nei canali distributivi "tradizionali" (non bancari). L’inclusione di Intesa Vita nei conti ha contribuito ad appesantire il carico dei costi di struttura, ma il gruppo ha comunque registrato miglioramenti significativi sia nella gestione assicurativa sia in quella finanziaria, grazie anche alla ripresa delle Borse. L’utile semestrale (0,34 euro per azione) è perciò in progresso del 21,5%. Alleanza ha anche annunciato dei cambiamenti strategici. A partire dal 2005 il gruppo intende entrare gradualmente nel settore salute, da affiancare alle polizze vita tradizionali, sfruttando due dei suoi punti di forza: la capillare capacità distributiva e il consistente "parco clienti" già esistente.

Alziamo le stime sull’utile 2004 e 2005 rispettivamente a 0,56 e 0,55 euro per azione. Nonostante le notizie positive, il titolo rimane purtroppo caro. Mantenere.

ALLEANZA / ASSICURATIVI

 

Nonostante i conti semestrali in progresso, il titolo (grassetto; base 100) rimane caro. Mantenere.

 

condividi questo articolo