Analisi
e.Biscom 13 anni fa - lunedì 6 settembre 2004

E.BISCOM

SETTORE: alta tecnologia
BORSA: Milano
PREZZO: 40,90 EURO
RISCHIO: ***

E.Biscom, attiva nei collegamenti internet a banda larga, telefonia e Tv digitale via cavo (Fastweb), ha pubblicato i risultati del 1° semestre 2004. I ricavi del gruppo sono balzati a 6 euro per azione dai 2,62 euro per azione dello stesso periodo 2003. Migliora anche il risultato industriale, che però rimane negativo (da -1,5 euro per azione a -0,92 euro per azione). Sempre in negativo anche il risultato netto: la perdita è di 1,48 euro per azione, comunque in netto miglioramento rispetto al 1° semestre 2003 quando ammontava a 4,8 euro. Aumenta anche il numero di clienti, +68% rispetto al 2003. E.Biscom ha quasi raggiunto l’obiettivo che aveva previsto per fine anno (450.000 clienti a dicembre 2004) ed è probabile che per quella data toccherà quota 500.000. La crescita della clientela è da imputare all’aumento delle zone cablate e al forte incremento dei clienti TV via cavo (da 70.000 di giugno 2003 a 151.000 di giugno 2004).

Continuano i progressi nei conti di e.Biscom. Per quest’anno stimiamo un risultato industriale di 3,57 euro per azione, che nel 2005 dovrebbe salire a 5 euro. Il risultato netto dovrebbe però rimanere negativo (perdita per azione di 2,64 e 1,47 euro rispettivamente nel 2004 e nel 2005); stimiamo un ritorno all’utile solo a partire dal 2006. Il titolo è molto caro; non acquistare.

E.BISCOM / NUOVO MERCATO 

 

E.Biscom (grassetto; base 100) supera il Numtel, ma il titolo è molto caro. Non acquistare.

 

condividi questo articolo