Analisi
Vivendi Universal 13 anni fa - lunedì 20 settembre 2004

VIVENDI UNIVERSAL

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Parigi
PREZZO: 20,55 EURO
RISCHIO: ***

Nel 1° semestre Vivendi Universal (VU; EAUG.PA), attiva nei settori telecom, media e video-giochi, ha subìto una perdita per azione di 1,73 euro che però, senza tener conto di una pesante perdita contabile legata alla vendita della controllata americana NBC, si limita a 0,11 euro. Il fatturato è cresciuto del 6% (senza cessioni, acquisizioni e effetti di cambio), beneficiando del buon andamento nelle telecom e nei media (riuscite ristrutturazioni di Canal+ e Universal Music). In netto miglioramento anche il profilo finanziario, grazie alle agevolazioni fiscali accordate dal Ministero delle Finanze francese e al netto calo dell’indebitamento. Non a caso, il management conta di distribuire agli azionisti un dividendo per l’esercizio 2004. Nonostante il risanamento, alcune attività restano però in crisi (in rosso i video-giochi, fatturato fermo nella musica) e il gruppo è ancora troppo diversificato in attività poco complementari.

Stimiamo una perdita per azione di 1,04 euro nel 2004 e un utile per azione di 1,5 euro nel 2005. Viste le scarse sinergie fra le sue attività, dubitiamo che VU riesca a imporsi al contempo nelle telecom e nei media, specialmente ora che è sfumata la fusione con Lagardère. L’azione è inoltre cara: non acquistare.

VIVENDI UNIVERSAL (in euro) 

 

Dubitiamo che il gruppo riesca a centrare i propri obiettivi strategici. Non acquistare.

 

condividi questo articolo