Analisi
ABB 13 anni fa - venerdì 29 ottobre 2004

ABB

 

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA:    Zurigo
PREZZO:  6,75 CHF; 4,42 EURO
RISCHIO:  ****

 

ABB (ABBN.VX) va verso il primo anno di utili dal 2000, ma i risultati del 3° trimestre sono modesti. Si conferma una crescita sostenuta di ordini e fatturato sia nel ramo automazione (56% del fatturato) sia nell’energia (44%), ma il rapporto utile industriale/fatturato sale solo nell’automazione (9,9% contro 7,2% del 3° trimestre 2003). Nell’energia, scende al 5,1% dal 6,8% di un anno fa. Il gruppo si mostra quindi più cauto (ma non abbastanza) sull’obiettivo di un margine industriale 2005 del 10% nel ramo energia. Manteniamo le stime sull’utile per azione a 0,18 franchi svizzeri nel 2004 e 0,41 nel 2005. Per garantirsi la crescita ABB conta di rafforzarsi sul mercato cinese, dove vuol raddoppiare il fatturato da qui a tre anni. La Cina, con un enorme potenziale a livello di infrastrutture, diventerebbe così il suo secondo mercato dopo gli Usa. Tuttavia, vista la forte concorrenza, i margini potrebbero risultare sotto le attese.

Anche se la situazione finanziaria e i risultati industriali sono nettamente migliorati, ABB rimane ancora molto rischiosa: il capitolo “amianto” non si è concluso, la redditività potrebbe restare sotto pressione nell’energia e ci sono irregolarità contabili in una controllata. Cara, non acquistare.

 

ABB (in franchi svizzeri)

ABB è sulla buona strada, ma la redditività cresce più lentamente delle attese. Non acquistare.

condividi questo articolo