Analisi
e.Biscom 13 anni fa - lunedì 18 ottobre 2004

E.BISCOM

SETTORE: alta tecnologia
BORSA: Milano
PREZZO: 41,91 EURO
RISCHIO: ***

E.Biscom ha presentato i dati relativi ai primi nove mesi 2004. Il fatturato è cresciuto del 35% rispetto allo stesso periodo 2003, nel quale però alla formazione del fatturato aveva contribuito anche la controllata tedesca Hansenet, ceduta a ottobre 2003. Confrontando il fatturato in termini omogenei, la crescita è invece del 67%. L’utile industriale, pari a 2,79 euro per azione, è più che raddoppiato (+159% a parità di società incluse nel gruppo). Dal punto di vista commerciale, continua la crescita degli abbonati a FastWeb, la controllata attiva nei collegamenti internet a banda larga, nella telefonia e nella tv via cavo. Nel terzo trimestre i nuovi abbonati sono stati 39.000, portando il numero complessivo a 456.000 (a settembre 2003 erano 290.000). Procede anche l’espansione della rete, estesa recentemente anche alla provincia di Alessandria. Proseguono intanto le attività finalizzate alla fusione tra e.Biscom e FastWeb. La nuova società prenderà probabilmente il nome di FastWeb, vista la maggior notorietà del marchio.

I risultati sono in crescita, ma il 2004 si chiuderà in perdita (2,48 euro per azione secondo le nostre stime). La società prevede il pareggio nel 2005, ma noi siamo meno ottimisti e stimiamo una perdita di 0,53 euro per azione. Il titolo, molto caro, tiene già conto dei miglioramenti. Non acquistare.

E.BISCOM / NUOVO MERCATO 

 

I conti di e.Biscom (grassetto; base 100) migliorano, ma il titolo è molto caro. Non acquistare.

 

condividi questo articolo