Analisi
Mediobanca 13 anni fa - venerdì 29 ottobre 2004

MEDIOBANCA

 

SETTORE: finanziario
BORSA:    Milano
PREZZO:  10,85 EURO
RISCHIO:  ***

 

Il 1° trimestre 2004/2005 di Mediobanca (la società chiude il bilancio al 30 giugno) vede una crescita del 20% nei ricavi, grazie all’apporto positivo di tre dei suoi quattro rami d’attività: wholesale banking (consulenza, finanza aziendale e finanza strutturata), retail financial services (credito al consumo, mutui, leasing) e private banking (servizi per clientela privata con ingenti patrimoni). Negativo invece l’apporto del quarto ramo di attività (la gestione del portafoglio di partecipazioni, che insieme al wholesale banking rappresenta l’attività storica del gruppo); l’allineamento al prezzo medio di aprile-settembre ha comportato una svalutazione delle partecipazioni per 11 milioni di euro (0,014 euro per azione), soprattutto per le quote detenute in Commerzbank, Finmeccanica e Mediolanum. Nonostante i maggiori ricavi, l’utile ante imposte (0,15 euro per azione) cala del 7% per l’aumento dei costi (+30%) derivanti dai cambiamenti nel gruppo (integrazione di Compagnie Monégasque de Banque).

I dati trimestrali non hanno riservato particolari sorprese: il portafoglio titoli risente degli alti e bassi di Borsa, ma la società compensa almeno in parte diversificando in altre attività. Stimiamo un utile di 0,66 euro per azione sia in questo esercizio sia nel prossimo. Titolo caro, non acquistare.

 

MEDIOBANCA / BANCHE

Per Mediobanca (grassetto; base 100) risultati trimestrali in linea con le attese. Titolo caro, non acquistare.

 

condividi questo articolo