Analisi
Merck 13 anni fa - lunedì 11 ottobre 2004

MERCK

SETTORE: salute e farmacia
BORSA: New York
PREZZO: 30,34 USD; 24,44 EURO
RISCHIO: ****

Il ritiro a livello mondiale del farmaco Vioxx in seguito a elevati rischi cardiovascolari peserà per oltre il 10% sul fatturato di Merck (MRK.N) e ancor più sui suoi utili. Il ritiro avrà conseguenze più gravi di quelle del Baycol per Bayer. I costi per gli indennizzi dovrebbero essere enormi. Solo negli Usa, si stima che siano circa 20 milioni i pazienti che hanno utilizzato il Vioxx dal 1999. Secondo le statistiche dell’organismo Usa per l’omologazione dei farmaci, il Vioxx sarebbe responsabile di oltre 27000 attacchi cardiaci e decessi negli Usa dal 1999 al 2003 (per l’Europa e il resto del mondo non ci sono ancora dati), un buon numero dei quali si sarebbe potuto evitare, sempre secondo questo studio, utilizzando il Celebrex di Pfizer al posto del Vioxx. Di avviso contrario è però un articolo del prestigioso New England Journal of Medicine, secondo cui entrambi i farmaci inibiscono una sostanza chiave per evitare danni cardiaci.

Il ritiro del Vioxx costerà caro a Merck, già penalizzato da un debole portafoglio di molecole in sviluppo. Anche se a nostro avviso non ci sono rischi di fallimento, il prezzo dell’azione, conveniente ma molto rischiosa, potrebbe scendere ancora; non acquistare. Quanto a Pfizer, le notizie contraddittorie sul Celebrex ci portano a cambiare il nostro consiglio da acquistare a mantenere.

MERCK (in dollari) 

 

Il ritiro del Vioxx ha fatto perdere al titolo un quarto del valore e il calo potrebbe continuare. Non acquistare.

 

condividi questo articolo