Analisi
Beghelli 13 anni fa - lunedì 22 novembre 2004

BEGHELLI

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA: Milano
PREZZO: 0,58 EURO
RISCHIO: ***

I ricavi di Beghelli nei primi 9 mesi sono stati di 0,47 euro per azione, +7,6% sul corrispondente periodo del 2003. La crescita è stata raggiunta grazie a un'efficiente politica commerciale, che ha permesso un incremento delle vendite, soprattutto nel settore illuminazione. L'Italia ha generato il 55% del fatturato, l'Unione europea il 24% e i Paesi extra Ue il restante 21%. Con riferimento alle aree di attività, il 64% dei ricavi derivano dal settore illuminazione di emergenza, il 22% dall'illuminazione e il 6% dai sistemi di telesoccorso. L'utile industriale ha però mostrato una contrazione del 25%, attestandosi a 0,02 euro per azione. Fra le cause, una minore efficienza produttiva e i maggiori costi commerciali, solo in parte compensati dai minori ammortamenti. L'utile netto è stato di 0,015 euro per azione (0,008 euro nei primi 9 mesi del 2003), in crescita grazie alla presenza di proventi straordinari, contro gli oneri straordinari del precedente esercizio. Per il futuro, Beghelli intende mantenere la leadership in Italia e la co-leadership in Europa nell'illuminazione di emergenza e incrementare la propria quota di mercato nell'illuminazione, puntando sui prodotti a risparmio energetico.

In assenza degli straordinari e senza la minore incidenza delle imposte, l'utile netto di Beghelli sarebbe calato e non di poco. L'azione è cara: non acquistare.

BEGHELLI / BORSA 

 

Forte calo per l’utile industriale di Beghelli (grassetto; base 100) a fine settembre. Non acquistare.

 

condividi questo articolo