Analisi
Enel 13 anni fa - lunedì 22 novembre 2004

ENEL

SETTORE: elettricità
BORSA: Milano
PREZZO: 7,10 EURO
RISCHIO: **

Enel acquisterà il 66% della società Slovenske Elektrarne, il più grande produttore slovacco di elettricità. La trattativa con il governo slovacco è stata lunga e tortuosa, ma alla fine è stato raggiunto un accordo che consentirà a Enel di avere il controllo operativo della società, pur sotto la vigilanza del governo slovacco. Circa un terzo dell’elettricità prodotta da Slovenske Elektrarne proviene da centrali nucleari, un settore nel quale Enel voleva entrare da diverso tempo, ma per forza di cose passando dall’estero, visto che in Italia il nucleare è bandito. Inoltre, è intenzione di Enel trasformare la società in un importante snodo dell’elettricità per tutta l’Europa orientale. Si susseguono poi le voci su Wind, controllata da Enel attiva nelle telecomunicazioni. Alcuni investitori sarebbero interessati ad acquistare la società, mentre è stata smentita la fusione con e.Biscom. Intanto Enel ha chiuso i primi 9 mesi con un fatturato in crescita dell’11,6% rispetto allo stesso periodo del 2003, un utile industriale a 1,24 euro per azione, in lieve diminuzione (-0,9%) per motivi di carattere straordinario, e un utile netto a 0,42 euro per azione, in forte crescita (31,5%) grazie anche alla plusvalenza dalla cessione di Terna. Ricordiamo che il 25 novembre Enel staccherà un dividendo straordinario di 0,33 euro per azione.

I risultati sono positivi e in linea con le nostre attese. Stimiamo un utile corrente di 0,42 euro per azione per quest’anno (0,56 contando gli straordinari) e di 0,59 euro per il 2005, tenendo conto delle nuove normative contabili europee. Il titolo è correttamente valutato. Acquistare.

ENEL / BORSA 

 

Enel (grassetto; base 100) ha conquistato la società elettrica slovacca. Acquistare.

 

condividi questo articolo