Analisi
Marzotto impenna 13 anni fa - lunedì 20 dicembre 2004

MARZOTTO IMPENNA

Consigliate la vendita di Marzotto. Dopo l'annuncio di una crescita del 30% dell'utile netto, il prezzo ne tiene già conto? Ci sono altri gravi motivi che giustificano la vendita, visto che ho letto che Banca Akros ha alzato il target price da 13 a 15,4 euro?

 MARZOTTO HA CORSO A PERDIFIATO

La corsa degli ultimi due anni è stata giustificata dagli ottimi risultati di Marzotto (grassetto base 100) che ha battuto la Borsa (linea sottile), tuttavia oggi il titolo è caro. Non escludiamo la possibilità di ulteriori impennate, ma è meglio approfittare dei prezzi attuali per realizzare i guadagni.

· Marzotto sta andando molto bene e i suoi risultati sono confortanti anche per il futuro. Però guardiamo al prezzo del titolo: meno di due anni fa era di poco inferiore ai 5 euro, ora si trova a quasi tre volte tanto. Il valore complessivo della società si è gonfiato da circa 350 milioni di euro a circa 900 milioni.

· La corsa dei prezzi è stata pressoché continua da 22 mesi a questa parte e i nostri modelli di valutazione, nonostante abbiamo rivisto al rialzo le nostre stime ci dicono oggi che il titolo è proprio caro. Non ci sono altri gravi motivi che giustificano la vendita. Nel breve periodo, anche sospinto dai rialzi di target price di alcune banche d’affari il titolo potrebbe guadagnare ancora terreno, ma questo fatto è più giustificato da situazioni contingenti che dai conti della società. Ciò che vogliamo evitare è che chi ha acquistato ai minimi decida di realizzare i guadagni, che possono giungere fino a un massimo del 170%, facendovi restare col cerino in mano.

Il target price è il prezzo a cui chi analizza una società (o chi ha azioni di quella società) immagina di riuscire a vendere il titolo.

 

condividi questo articolo