Analisi
ASML 13 anni fa - martedì 25 gennaio 2005

ASML

 

SETTORE: semiconduttori
BORSA:    Amsterdam
PREZZO:  11,52 euro
RISCHIO:  ****

 

ASML ha fornito una volta di più prova dell’efficacia del suo modello economico! Questo è il meno che si possa dire leggendo i dati dell’ultimo trimestre 2004. Superando ogni nostra attesa, il leader mondiale nella fabbricazione di macchinari litografici per la produzione di semiconduttori ha annunciato un fatturato di 785 milioni di euro, in crescita del 50% rispetto al quarto trimestre 2003. Ancor meglio, l’utile netto si è moltiplicato per sette, raggiungendo la cifra record di 109 milioni di euro.

Questi risultati sono, prima di tutto, il frutto della forte ripresa del settore dei semiconduttori nel 2004, ma anche delle misure di riduzione dei costi, fra cui la cessione di SVG, società americana acquistata nel 2001.

Nonostante questi eccellenti risultati, il prezzo di ASML è sceso. Molti investitori sono rimasti delusi dalla forte contrazione del portafoglio ordini, che è passato dai 162 sistemi della fine di settembre ai 119 della fine dell’anno, diminuzione che ci spinge a dubitare della crescita degli utili nell’esercizio in corso. Questa ipotesi è tanto più realistica se si tiene conto delle dichiarazioni della direzione, che ha evocato la possibilità di un rinvio dei nuovi ordini da parte d’alcuni clienti.

Tuttavia, il rallentamento dell’attività nel breve periodo, non mette in dubbio le prospettive di lungo periodo della società olandese. Il vantaggio tecnologico e la leadership commerciale dovrebbero permetterle di resistere alla concorrenza asiatica e alla ciclicità dell’industria dei  semiconduttori.

 

Questo sarà l’anno del rallentamento del settore dei semiconduttori. ASML dovrebbe comunque uscirne senza troppe difficoltà, grazie alle sue competenze tecnologiche. Peccato che il titolo non sia sufficientemente a buon mercato per giustificare un consiglio d’acquisto. MANTENETE..

 

ANDAMENTO DI ASML IN EURO

 

 

condividi questo articolo