Analisi
AstraZeneca 13 anni fa - lunedì 17 gennaio 2005

ASTRAZENECA

SETTORE: salute e farmacia
BORSA: Londra
PREZZO:1893 pence; 27,01 EURO
RISCHIO: ***

Gli ultimi mesi 2004 si sono rivelati molto difficili per AstraZeneca (AZN.L). A settembre un comitato di esperti ha richiesto altri studi clinici sull’anticoagulante Exanta, rimandandone di oltre un anno l’eventuale lancio. A dicembre un nuovo test clinico, che ha rivelato l’inefficacia dell’Iressa nel trattamento del cancro al polmone malgrado i risultati positivi di due test precedenti, ha spinto il gruppo a ritirare la domanda di omologazione per questo farmaco in Europa. La commercializzazione dell’Iressa (2% del fatturato) potrebbe venir sospesa anche negli Usa e in Giappone, tanto più che il Tarceva di Roche ha provato la sua efficacia per la stessa patologia. Né basterà a compensare questi insuccessi la recente approvazione giapponese per il farmaco anticolesterolo Crestor, su cui si era abbattuta una campagna denigratoria e le cui vendite si sono limitate nei primi nove mesi 2004 a 596 milioni di dollari, ben al di sotto degli obiettivi (tra 2 e 4 miliardi di dollari da qui al 2006).

Nonostante l’aumento dei fondi per ricerca e sviluppo negli ultimi due anni, il gruppo non riesce a rinnovare il portafoglio di molecole per compensare le perdite dei brevetti. Il calo del titolo, correttamente valutato, appare quindi giustificato. Non acquistare.

ASTRAZENECA/ FARMACEUTICI 

 

I risultati negativi hanno fatto scendere AstraZeneca (grassetto; base 100) sotto il settore. Non acquistare.

 

condividi questo articolo