Analisi
General Motors 13 anni fa - lunedì 24 gennaio 2005

GENERAL MOTORS

SETTORE: automobilistico
BORSA: New York
PREZZO: 35,96 USD; 27,66 EURO
RISCHIO: ***

Nel 4° trimestre General Motors (GM.N) ha realizzato un utile per azione di 1,11 dollari, in calo del 47% ma lievemente superiore alle attese grazie a guadagni di tipo fiscale e alla vendita di partecipazioni, che fanno da contrappeso a un mediocre risultato industriale. Negli Usa i maggiori costi sanitari per i dipendenti e il calo della produzione (-8%) hanno ridotto la redditività. In Europa e Asia, invece, i risultati sono scesi a causa della guerra sui prezzi. GM prevede per il trimestre in corso solo un risultato in pareggio (stimavamo un utile di 0,8 dollari per azione) e ha abbassato le stime sull’utile per azione 2005, previsto ora tra i 4 e i 5 dollari. Un livello che pare ancora troppo elevato, considerando il crollo dell’attività di finanziamento (unico vettore di crescita negli ultimi anni), il calo della produzione e la forte concorrenza. Quanto ai risultati europei (Opel, Saab) sono attesi ancora in rosso, anche se la ristrutturazione (taglio di 12.000 impieghi) farà migliorare la redditività.

Per il 2005 abbassiamo da 4,7 a 3,5 dollari le stime sull’utile per azione. La ristrutturazione procede (miglioramento della qualità, economie) ma a ritmo troppo lento secondo noi. Potete mantenere quest’azione conveniente.

GENERAL MOTORS / S&P 500 

 

GM (grassetto; base 100) va peggio dell’indice principale della Borsa Usa. Mantenere, ma non acquistare.

 

condividi questo articolo