Analisi
FinecoGroup 12 anni fa - lunedì 28 febbraio 2005

FINECOGROUP

 

SETTORE: finanziario
BORSA:    Milano
PREZZO:  6,57 EURO
RISCHIO:  ****

 

FinecoGroup chiude il 2004 con un utile netto decisamente rilevante: 1,32 euro per azione, contro una perdita di 0,13 euro per azione nel 2003. Il balzo è però dovuto, in gran parte, ai guadagni straordinari per la vendita di alcune attività. Da diversi mesi, infatti, il gruppo ha avviato un importante processo di ristrutturazione: la sola vendita del 57,5% di FinecoVita a CNP Assurances ha portato a guadagni straordinari pari a 1,21 euro per azione. Quanto invece all’attività ordinaria, i risultati sono decisamente meno brillanti, anzi per alcuni aspetti sono leggermente inferiori alle nostre aspettative: l’utile prima delle tasse si attesta a quasi 57 milioni di euro (0,18 euro per azione), contro i 59 milioni di euro da noi stimati. Si tratta, comunque, di un buon miglioramento: nel 2003 il risultato corrente era in perdita per 0,3 euro per azione. Quanto al futuro, il gruppo non potrà contare su introiti così importanti provenienti dalle cessioni. Infatti, tra gennaio e febbraio è stata completata la ristrutturazione, con la decisione di chiudere Banque Bipop in Francia e la cessione di Bipop Espana Holding (che controlla Safei) alla spagnola Banco Inversis.

Dopo la conclusione del riassetto, che sarà sancita dal cambiamento del nome in Fineco Spa, stimiamo il ritorno a utili più “normali”: 0,25 euro per azione nel 2005 e nel 2006. Cara, non acquistare.

 

FINECOGROUP / BANCHE

 

 

FinecoGroup (grassetto; base 100) ritorna all’utile, ma il divario con il settore resta pesante. Non acquistare.

condividi questo articolo