Analisi
Ducati 12 anni fa - lunedì 14 marzo 2005

DUCATI

 

SETTORE: automobilistico

BORSA:     Milano
PREZZO:   1,07 EURO
RISCHIO:  **

 

Ducati chiude in perdita il 2004 (0,01 euro per azione) a causa di una significativa flessione delle vendite nel settore moto (-2,1%), che rimane preponderante per i ricavi dell’azienda. L’aumento delle vendite negli Usa (+14,7%) e in Italia (+3,8%) non è riuscito a compensare i cali negli altri Paesi, come Giappone (-33%), Germania (-30%) e Regno Unito (-30%). Anche la debolezza del dollaro, il ritardato lancio di due nuovi modelli di moto (Monster S2R e 999) e la generale flessione del numero di immatricolazioni di moto di grande cilindrata registrata nel periodo estivo hanno contribuito a far chiudere il 2004 con un utile industriale in calo dello 0,5% rispetto al 2003. La società, da tempo impegnata in una complessa opera di ristrutturazione societaria, è però ottimista per il futuro. L’ultimo trimestre 2004 si è, infatti, chiuso positivamente rispetto allo stesso periodo 2003, con utile industriale e ricavi in crescita rispettivamente del 2,8% e del 10%. Il management spera di poter beneficiare nei prossimi mesi del piano di contenimento dei costi, oltre che della riorganizzazione dell’area tecnica, completamente ridefinita. Inoltre, il mercato ha accolto con favore i nuovi prodotti, facendo sperare per il futuro in un miglioramento delle vendite.

Malgrado i progressi nell’ultimo trimestre, è presto per poter contare su un miglioramento duraturo. Stimiamo un utile 2005 di 0,016 euro per azione; anche se correttamente valutato, non acquistare.


 

condividi questo articolo