Analisi
Eni 13 anni fa - lunedì 7 marzo 2005

ENI

 

SETTORE:            energia e servizi
BORSA:     Milano
PREZZO:   20,48 EURO
RISCHIO:  **

 

Superiore alle attese l’utile per azione (1,94 euro) di Eni, in crescita del 32% grazie a un eccellente quarto trimestre (prezzi degli idrocarburi e margini di raffinazione in forte crescita). Nel 2004 la petrolchimica torna in utile, e se la liberalizzazione del mercato italiano fa scendere come atteso la redditività nella divisione gas e energia, le vendite di elettricità e di gas all’estero continuano a crescere rapidamente. Il nuovo piano strategico 2005-2008 ha, come i precedenti, ambiziosi obiettivi: una crescita della produzione di idrocarburi del 5% medio annuo nel periodo 2005-2008 e un tasso di rinnovo delle riserve non inferiore al 100%. Inoltre, ora che le autorità russe hanno proibito ai gruppi stranieri di detenere partecipazioni maggioritarie in gruppi russi, si allontana il rischio di massicci investimenti in questo mercato (era infatti la condizione imposta dal management di Eni per acquisizioni in Russia). Infine, il gruppo premia gli azionisti aumentando del 20% il dividendo e acquistando azioni proprie.

Stimiamo un utile per azione di 2,05 euro nel 2005. Finora Eni ha saputo reagire bene alla liberalizzazione del mercato energetico italiano e, nonostante gli attesi cambiamenti al vertice, restiamo fiduciosi per il futuro, tanto più che a breve termine i prezzi del greggio dovrebbero restare elevati. Potete tornare ad acquistare il titolo, correttamente valutato.

 

ENI (in euro)

 

 

Eni, grazie alla strategia chiara e convincente, dovrebbe continuare la fase di crescita. Acquistare.

 

condividi questo articolo