Analisi
Flamel 12 anni fa - martedì 22 marzo 2005

FLAMEL TECHNOLOGIES

 

SETTORE: nanotecnologie
BORSA:    Nasdaq
PREZZO:  13,70 dollari
RISCHIO:  *****

 

Dopo aver perso, lo scorso settembre, il contratto con Bristol-Myers Squibb (BMS), Flamel ha annunciato di aver interrotto il contratto di licenza con il gruppo farmaceutico americano Biovail per lo sviluppo del Genvir® (contro l’herpes genitale). Una notizia che apparire preoccupante, visto che il Genvir® è, per Flamel, il medicinale più vicino alla fase di commercializzazione. Tuttavia, a differenza del contratto con BMS, è stata Flamel che ha preso l’iniziativa di rompere la collaborazione. Biovail, qui che si era impegnata nel febbraio 2003 ad iniziare una serie di test clinici finalizzati alla commercializzazione nel 2005/2006, sino ad oggi non aveva ancora fatto nulla. Logicamente, Flamel ha deciso di riprendersi i diritti sul Genvir® per trovare un partner in grado di commercializzare il medicinale. Certamente Flamel non uscirà indenne  da quest’avventura perché avrà perso due anni di sviluppo e dovrà trovare un nuovo partner.

Inoltre Flamel ha comunicato i risultati 2004 con un utile di 0,56 dollari per azione contro una perdita di 0,20 dollari nel 2003. Questa performance è in gran parte frutto della rottura del contratto con BMS sul Basulin® (SQ 612). Infatti, nel 4trimestre, sono stati contabilizzati ben 12 milioni di dollari di redditi da licenza, che sarebbero stati incassati solo ratealmente fino al 2006 se il contratto fosse arrivato alla sua naturale scadenza.

Dal punto di vista delle prospettiva, le ultime sono incoraggianti. Dopo aver iniziato i test clinici del Coreg®, un medicinale contro l’insufficienza cardiaca congestiva, sviluppato partendo dalla tecnologia  Micropump® di Flamel, GlaxoSmithKline (GSK) ha investito milioni di dollari per la produzione del medicinale nella fabbrica di Flamel a Pessac (Francia). La commercializzazione del medicinale potrebbe iniziare l’anno prossimo.

Anche se continuiamo ad essere fiduciosi nelle potenzialità del portafoglio tecnologico di Flamel, la perdita dei due contratti con BMS e Biovail ritarda le prospettive di utili ricorrenti per Flamel. MANTENETE ma NON ACUISTATE PIÙ.

 

ANDAMENTO DI FLAMEL IN DOLLARI

 

 

 

 

condividi questo articolo