Analisi
Marzotto 12 anni fa - lunedì 21 marzo 2005

SETTORE: beni di consumo
BORSA:    Milano
PREZZO:  16,20 EURO
RISCHIO:  **

 

Grandi novità per Marzotto che, insieme ai dati 2004, ha annunciato l'intenzione di scindere le attività abbigliamento da quelle del settore tessile. Verrà creata una società denominata Valentino Fashion Group in cui confluiranno le attività legate ai marchi Valentino, Marlboro Classic e M Missoni, oltre alla partecipazione nella tedesca Hugo Boss. Questa società rappresenterà circa l'85% del fatturato dell'attuale Marzotto. Il resto delle attività (laniere, cotoniere e liniere dei marchi Marzotto, Lanerossi, Guabello, Marlane e Tessuti di Sondrio per il 15% del fatturato) dovrebbero restare nella “vecchia” Marzotto insieme ad alcune attività non strategiche, come gli immobili e le partecipazioni in Zucchi e Mediobanca. Scopo della scissione è sviluppare due gruppi distinti che possano focalizzarsi esclusivamente sulla propria area d'affari, ma soprattutto liberare il brillante settore abbigliamento (nel 2004 l'utile di Hugo Boss è salito dall'11% al 12% dei ricavi e quello di Valentino dal 4% all'11%) dalla zavorra del tessile che non sta vivendo un momento positivo (fatturato lino: -9% nel 2004) nonostante qualche segnale di ripresa (le attività laniere sono tornate in utile nel 2004).

Marzotto ha chiuso il 2004 con un utile netto di 0,55 euro per azione, che stimiamo salga a 0,59 nel 2005 e 0,64 nel 2006. Tuttavia il prezzo ne tiene già conto e l'azione è cara: non acquistare.

 

MARZOTTO / BORSA

 

 

Marzotto (grassetto; base 100) separerà le attività tessili da quelle abbigliamento. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo