Analisi
Pirelli & C. 12 anni fa - venerdì 25 marzo 2005

PIRELLI & C.

 

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA:    Milano
PREZZO:  0,97 EURO
RISCHIO:  ***

 

Grazie agli sforzi del management negli ultimi anni, nel 2004 Pirelli ha rispettato le attese ed è tornata in utile (0,06 euro per azione). Nonostante le pressioni sui prezzi di vendita nei cavi, il gruppo ha beneficiato del calo dei costi di produzione nel ramo cavi & sistemi telecom e in quello cavi per energia, dell’aumento dei volumi di vendita nei pneumatici e della netta riduzione delle perdite della holding Olimpia (che controlla Telecom Italia). Il debito, in crescita a metà 2004, si è nettamente ridotto a fine anno. Pirelli tuttavia uscirà dalla fase di ristrutturazione solo con la cessione (parziale) dei cavi per telecom e dei cavi per energia. Gli introiti di questa vendita, che dovrebbe essere annunciata nei prossimi mesi, saranno investiti nei pneumatici che resteranno all’interno del gruppo, nelle attività immobiliari e nelle telecom (ADSL). Queste manovre dovrebbero rilanciare la crescita, che resterà però frenata dalla partecipazione in Telecom Italia (atteso rafforzamento della concorrenza nella telefonia mobile in Italia).

Tenendo conto dell’aumento del numero di azioni stimiamo un utile per azione 2005 stabile a 0,06 euro, ma la strategia ci sembra ancora incerta. In attesa che l’imminente cessione fornisca qualche chiarimento mantenete il titolo, correttamente valutato.

 

PIRELLI & C. (in euro)

 

 

Dallo scorso agosto il titolo ha beneficiato della semplificazione della struttura di gruppo. Mantenere.

 

 

condividi questo articolo