Analisi
Alleanza 12 anni fa - lunedì 4 aprile 2005

SETTORE: finanziario
BORSA:    Milano
PREZZO:  10,06 EURO
RISCHIO:  **

 

Leggermente deludenti i dati 2004 di Alleanza, che chiude lo scorso esercizio con un utile di 0,46 euro per azione (in crescita del 9% sul 2003 ma inferiore alle attese). In particolare, è inferiore alle aspettative il risultato tecnico (differenza tra le somme raccolte e i costi legati all’attività assicurativa). Le maggiori somme raccolte (+4,4% a parità di società inserite nel gruppo) non sono infatti bastate a compensare l’aumento dei costi, che hanno anzi aumentato il peso in percentuale sui ricavi. Il risultato tecnico è quindi in calo del 12%, ma i maggiori proventi da investimenti, legati alla ripresa delle Borse, hanno permesso al gruppo di chiudere il 2004 con un utile ordinario in crescita del 21,8%. A differenza dei risultati reddituali, il dividendo (0,36 euro per azione) ha sorpreso positivamente: il rapporto dividendo/utile è il più elevato tra quelli registrati negli anni passati. Questo potrebbe essere l’inizio di una futura politica di gestione più generosa nei confronti degli azionisti: riteniamo perciò che il gruppo, nonostante l’attuale fase interlocutoria, meriti ancora fiducia viste anche le prospettive del mercato assicurativo vita.

In attesa del nuovo piano industriale, confermiamo le nostre stime sull’utile 2005 e 2006 (rispettivamente 0,54 e 0,58 euro per azione). Anche se il titolo è caro, potete mantenere.

 

ALLEANZA / GENERALI


Alleanza (grassetto, base 100; mantenere) conserva il distacco su Generali (sottile; non acquistare).

 

condividi questo articolo