Analisi
Banca Fideuram 12 anni fa - lunedì 11 aprile 2005

SETTORE: finanziario
BORSA:    Milano
PREZZO:  4,27 EURO
RISCHIO:  ***


Il titolo Banca Fideuram ha beneficiato in questi giorni dei nuovi ingressi al vertice di SanPaolo IMI. L’arrivo dell’ex amministratore di Ras alla guida di Aip (società assicurativa del gruppo SanPaolo) potrebbe infatti avere importanti effetti anche per Fideuram, tenuto conto che il nuovo management è entrato anche nel suo consiglio di amministrazione. Diverse le ipotesi circolate, prima tra tutte la fusione tra Aip e Fideuram; le speculazioni hanno coinvolto anche l’eventuale acquisto di Toro, controllata da DeAgostini e in lista per la quotazione in Borsa entro l’estate (acquisto che permetterebbe a SanPaolo di completare la gamma di prodotti, visto che Aip è focalizzata nel ramo vita e Toro nel ramo danni). Ipotesi suggestive, ma che finora non trovano conferma. I ricambi al vertice porteranno certamente novità, ma per ora di concreto ci sono solo i conti, peraltro positivi: Banca Fideuram ha chiuso il 2004 con un utile di 0,25 euro per azione, in crescita del 38% rispetto al 2003 grazie ai maggiori ricavi da commissioni.

Stimiamo utili 2005 e 2006 rispettivamente di 0,26 e 0,27 euro per azione. Potete mantenere il titolo, correttamente valutato; per un acquisto preferite però la controllante SanPaolo Imi, anch’essa correttamente valutata ma più interessante anche per il maggior coinvolgimento nell’attuale “battaglia” sul settore bancario.

 

B. FIDEURAM / SANPAOLO IMI


Con i nuovi vertici, rialzi in Borsa per Fideuram (grassetto, base 100; mantenere) e SanPaolo (acquistare).


condividi questo articolo