Analisi
ABB 12 anni fa - lunedì 9 maggio 2005

ABB

 

SETTORE: industrie e servizi vari
BORSA:    Zurigo
PREZZO:  7,62 CHF; 4,92 EURO
RISCHIO:  ****

 

Superiori alle attese i risultati di ABB (ABBN.VX) nel 1° trimestre, con fatturato e ordinativi in crescita rispettivamente del 12% e dell’8%. I mercati emergenti, Cina e India in testa, rappresentano il motore della crescita in entrambe le attività chiave (automazione e energia), mentre la redditività ha un andamento contrastante nelle due divisioni. Nell’automazione il margine operativo (rapporto tra utile industriale e fatturato) sale al 10,9% (8,6% nel 1° trimestre 2004) grazie all’aumento della produttività e ai minori costi di ristrutturazione. Nell’energia, invece, il margine scende al 7,6% (8% nel 1° trimestre 2004) a causa soprattutto, secondo il gruppo, del rincaro delle materie prime (petrolio e acciaio). Questo obbliga ABB a rinunciare all’obiettivo 2005 di un margine operativo del 10% nell’energia. Per l’insieme delle attività il management conta comunque su un margine operativo del 7,7% nel 2005 (5,2% del 2004). Sembra infine risolto il capitolo amianto: è stato infatti raggiunto un accordo per risarcire le vittime e il suo costo, inferiore a quanto previsto da alcuni, è già stato contabilizzato nei conti 2004.

ABB continua a riprendersi: stimiamo un utile per azione 2005 di 0,44 franchi svizzeri. L’azione è però cara. Non acquistare.

 

ABB (in franchi svizzeri)


Al prezzo attuale il titolo tiene già conto della ripresa del gruppo. Non acquistare.

condividi questo articolo