Analisi
GlaxoSmithkline 13 anni fa - lunedì 9 maggio 2005

SETTORE: salute e farmacia
BORSA:    Londra
PREZZO: 1340 pence;19,74 EURO
RISCHIO:  ***

 

I dati del 1° trimestre confermano il ritorno alla crescita di GlaxoSmithKline (GSK.L) nel 2005. Anche se il progresso del fatturato si è limitato al 5% (senza effetti di cambio) gli utili industriali sono saliti del 18%, grazie al calo delle spese generali e alla vendita dei diritti per l’Europa del Levitra. Con utili per azione saliti del 17%, il gruppo conferma l’obiettivo di crescita tra il 10% e il 15% (senza effetti di cambio) per l’intero 2005. Per centrarlo, conta sulla crescita delle vendite dei farmaci chiave (Advair e Avandia) e sui nuovi medicinali (il Vesicare lanciato a gennaio e il Boniva ad aprile). Il gruppo spera inoltre di lanciare altri 4 farmaci nel corso dell’anno per contrastare le minacce dei generici sugli antidepressivi Wellbutrin e Paxil. È stata infine identificata la causa dei problemi agli impianti di produzione del Paxil e dell’Avandamet negli Usa che, secondo il management, dovrebbero riprendere a produrre nei prossimi mesi.

L’orizzonte si rasserena per il gruppo, che ritrova una forte crescita degli utili, amplia il  portafoglio di farmaci e sta risolvendo i problemi di produzione. Titolo conveniente, potete acquistare.

 

GLAXOSMITHKLINE (in pence)


Le prospettive del gruppo sono nettamente migliorate e l’azione resta conveniente. Acquistare.

condividi questo articolo