Analisi
ASM Lithography Holding 12 anni fa - martedì 12 luglio 2005
Limitate aspettative di crescita per la società olandese per i prossimi anni.

Prezzo al momento dell'analisi (11/07/2005) 13,1 euro

Anche se le previsioni sulle vendite, per quest’anno, a livello mondiale di semiconduttori sono già state alzate due volte, il prezzo del fabbricante olandese di sistemi litografici ASML non ha ancora tratto profitto. Anzi! Nell’ultimo anno il titolo ha perso il 6% del suo valore. Un’occasione per riposizionarsi sul titolo? Secondo noi no, per le seguenti ragioni. Prima di tutto perché, anche se le vendite di chip dovrebbe toccare quest’anno un nuovo record, il rallentamento della crescita economica è ancora una realtà. Quindi, secondo le ultime stime, il mercato mondiale dei semiconduttori dovrebbe crescere solo del 6% nel 2005, una cifra nettamente inferiori al 25 e al 20% registrati rispettivamente nel 2003 e 2004. Inoltre, malgrado un nuovo ordine, da parte di UMC, secondo subappaltante di semiconduttori a livello mondiale, il portafoglio ordini di ASML è meno ricco rispetto ad un anno fa. Del resto la dirigenza lo aveva già segnalato al momento della pubblicazione degli ultimi risultati trimestrali: non era prevista nessuna ripresa degli ordini nel 2^ trimestre 2005. In altre parole, le prospettive sulle vendite per quest’anno sono, secondo noi, nettamente ridotte. Un’ipotesi che sembra confermata anche dalle ultimi statistiche. Le vendite mondiali di equipaggiamenti destinati alla produzione di semiconduttori si sono abbassate per il terzo trimestre di fila, in aprile, poiché i fabbricanti di chip hanno ridotto la loro capacità produttiva. Infine, nonostante il suo vantaggio tecnologico, ASML non riesce ad imporsi sul mercato giapponese (20% del mercato mondiale) a causa della forte resistenza opposta dagli attori locali Nikon e Canon.

Secondo noi, le previsioni sugli utili di ASML sono già inserite nel prezzo del titolo. Quindi il potenziale di crescita nei prossimi due o tre anni ci pare limitato. Potete VENDERE questo titolo, diventato caro.

condividi questo articolo