Analisi
Arriva il dividendo di Abn Amro 12 anni fa - giovedì 18 agosto 2005
La società olandese, come gli altri anni, offre la possibilità di scegliere tra dividendo in azioni e dividendo in contanti.

Anche quest'anno ABN Amro propone ai suoi azionisti un dividendo relativo ai suoi risultati nei primi sei mesi dell'anno. Come d'abitudine gli azionisti possono scegliere se ricevere il dividendo sotto forma di contanti piuttosto che sotto forma di azioni.

In particolare il dividendo sarà distribuito a partire dal 30 agosto e il suo importo (lordo) sarà di 0,5 euro per azione. In alternativa è possibile optare per un pagamento in azioni. Il 24 agosto, dopo la chiusura della Borsa di Amsterdam, Abn Amro renderà noto il numero di azioni necessarie per ricevere una nuova azione (ad esempio in occasione del dividendo di fine anno del 2004, staccato la scorsa primavera, erano necessarie 37 azioni per ricevere una nuova azione). Se non avrete in mano un multiplo esatto del numero di azioni necessario per ricevere una nuova azione potrete farvi corrispondere la differenza in contanti.

Il termine per far sapere la vostra scelta ad Abn Amro è il 23 agosto. Tuttavia è bene che teniate conto del fatto che le banche italiane impiegano sempre qualche giorno per comunicare alle società che staccano dividendi le scelte effettuate dai loro correntisti. Se attendete fino al 23 potrebbe darsi che la vostra banca abbia già scelto per voi.

In termini di valore i due dividendi si equivarranno. In più il fisco italiano non fa differenza tra dividendi pagati sotto forma di denaro o sotto forma di azioni gratuite: li tassa alla stessa maniera (vedi articolo uscito in Soldi Sette n° 534 proprio su questo tema). Una differenza c'è, invece, per il fisco olandese, che tassa i dividendi in contanti, ma non quelli in azioni proprie, rendendo, quindi quest'ultima soluzione più vantaggiosa (l'eventuale rimborso di imposte pagate all'estero pur possibile non è mai né comodo né agevole).

Considerati questi fatti e che il titolo Abn Amro è interessante per un acquisto vi consigliamo di preferire il dividendo in azioni.

 

condividi questo articolo