Analisi
Mediobanca 12 anni fa - lunedì 26 settembre 2005
Nuovo piano triennale: sempre meno holding e sempre più gruppo bancario diversificato.

Prezzo al momento dell'analisi (23/9/05):  16,41 EURO

Mediobanca archivia l’esercizio 2004/2005 (chiuso al 30 giugno) con utili quasi invariati rispetto all’anno precedente (0,68 euro per azione, +0,7%) ma con un diverso contributo delle varie attività. Sono infatti diminuiti i ricavi derivanti dal portafoglio di titoli e sono invece aumentati i ricavi da interesse e le commissioni. Tutto questo dipende dalla decisione di trasformarsi da holding a gruppo bancario sempre più diversificato, in linea anche con quanto previsto dal piano triennale 2006/2008. Il portafoglio di partecipazioni (soprattutto in società come Generali e Rcs) manterrà un ruolo strategico, ma a questo si affiancherà lo sviluppo dell’attività bancaria, sia “al dettaglio” (credito al consumo e mutui) sia soprattutto nei confronti delle imprese, da sempre la sua clientela “tradizionale”. Tra le attività a cui verranno dedicate nuove risorse ci sono il risanamento di società in crisi, la promozione di nuovi poli industriali e la costituzione di una società che investa in imprese non quotate da avviare verso il listino. Verrà inoltre rafforzata la presenza all’estero, con l’obiettivo di diventare la banca di riferimento per le operazioni “trasfrontaliere”: dopo la sede di Parigi, il gruppo programma una presenza diretta in Spagna e accordi di collaborazione nel Regno Unito e negli Usa.

Stimiamo utili per azione di 0,7 euro per l’esercizio in corso e 0,74 euro il successivo. Ai prezzi attuali il titolo tiene già conto delle strategie di sviluppo ed è caro; vendere.

condividi questo articolo