Analisi
Iberia 12 anni fa - lunedì 24 ottobre 2005
Per reagire all'impennata del petrolio e al rafforzamento delle low cost , Iberia ha presentato un nuovo piano strategico 2006-08.

Prezzo al momento dell'analisi (21/10/05):  2,11 EURO

Nel primo semestre l’aumento dei costi per combustibile (+27,3%) ha fatto diminuire del 54% l’utile netto di Iberia (IBLA.MC), malgrado il fatturato sia cresciuto del 2,6%. Per reagire all’impennata del petrolio e al rafforzamento delle low cost e del treno ad alta velocità in Spagna, Iberia ha presentato un piano strategico 2006-08 che, privilegiando la redditività, intende risparmiare 550-600 milioni di euro in tre anni. Il piano prevede la soppressione di rotte poco redditizie, riduzioni di personale (circa il 10%), il blocco dei salari e la rinegoziazione dei contratti collettivi, l’ampliamento della classe business (la più redditizia), l’aumento della vendita di biglietti online e la focalizzazione sui servizi più redditizi.

Il piano è stato ben accolto dal mercato, ma dubitiamo che Iberia riesca ad attuare tutte le misure vista l’opposizione dei sindacati. Sembra inoltre che British Airways, suo principale azionista, non intenda aumentare la quota nel gruppo (9%), il che allontana le speculazioni. Cara, vendere.

condividi questo articolo