Analisi
La casetta sbarca in Borsa 12 anni fa - venerdì 28 ottobre 2005
La febbre di Borsa colpisce anche il settore tessile: è la volta di Caleffi che ha deciso di sbarcare a Piazza Affari.

La febbre di Borsa colpisce anche il settore tessile: è la volta di Caleffi che ha deciso di sbarcare a Piazza Affari. La società è correttamente valutata, ma non vi è ragione per un investimento di lungo periodo. Ma chi vuole speculare su di un rialzo dopo l’Opvs può tentare un acquisto “mordi e fuggi”.

· Dopo Zucchi, un altro storico marchio tessile italiano sbarca in Borsa. Dal prossimo 9 novembre Caleffi sarà negoziata sull’Expandi, il segmento riservato da Borsaitalia alle piccole società dalle performance particolarmente brillanti. Il prezzo definitivo dell’offerta sarà probabilmente reso noto il giorno precedente l’inizio delle negoziazioni, mentre la forchetta di prezzo stabilita è tra i 2,8 e i 3,2 euro per azione.

· Caleffi si quoterà con un’Opvs, Offerta di vendita e sottoscrizione, collocando sul mercato 2 milioni e mezzo di nuove azioni e vendendone 1 milione e 879 proprie, appartenenti per lo più a Rita Federici, ex presidente, oggi consigliere e consulente aziendale e madre dell’attuale presidente dell’azienda, Giuliana Caleffi. La famiglia continuerà, però, a mantenere il controllo dell’azienda anche dopo la quotazione in Borsa.

· La società è tra i leader di mercato italiani nel settore della biancheria per la casa (lenzuola, copriletti, trapunte, spugne e tra i prodotti più famosi lo Scaldotto, eccetera), producendo sia per il marchio proprio, sia per altri importanti marchi, come Disney, Barbie e Mariella Burani. L’espansione della rete distributiva e l’ampliamento del portafoglio di licenze sono tra i primari obiettivi di Caleffi per i prossimi anni, insieme alla volontà di espandere il business aumentando le vendite nell’Est europeo.

· Prevediamo un utile per azione per il 2005 di 0,26 euro e di 0,25 per il 2006. Il nostro giudizio sull’offerta, a seguito delle nostre analisi, è che il titolo sia correttamente valutato. Nel medio-lungo termine si comporterà come il mercato: meglio dunque puntare su titoli “convenienti” che dovrebbero far meglio della Borsa. Il “buon padre di famiglia” non investa in questo titolo.

· Le ultime matricole di Borsa (vedi il grafico di pagina 1) hanno avuto successo nei primi giorni di quotazione per via della forte domanda, non soddisfatta in Opv, che si è poi scaricata sulla Borsa. Questo ha portato, nei primissimi giorni di contrattazione, a un rialzo dei prezzi. È possibile che questo squilibrio ci sia anche in quest’occasione: chi se la sente di rischiare può puntare su quest’evento.

CALEFFI: CARATTERISTICHE DELL’OFFERTA

Periodo di sottoscrizione

26/10/2005 – 4/11/2005

Intervallo di prezzo (in euro)

2,8 euro –  3,2 euro

Lotto minimo

800 azioni

Lotto  minimo maggiorato

8.000 azioni

Valore lotto minimo (in euro)

min. 2.240 – Max. 2.560 (22.400 – 25.600 per il lotto maggiorato).

Mercato di quotazione

Borsa Italia – Expandi

Data fissazione prezzo definitivo

8 novembre 2005

Data inizio negoziazioni

9 novembre 2005

Data di pagamento delle azioni

9 novembre 2005

condividi questo articolo