Analisi
Beni Stabili 12 anni fa - lunedì 5 dicembre 2005
Beni Stabili pubblica i risultati del terzo trimestre di quest'anno.

Prezzo al momento dell'analisi (2/12/05):  0,83 EURO

Il Consiglio di amministrazione di Beni Stabili ha da poco avviato la razionalizzazione dell’assetto societario. Secondo quanto previsto dalla capogruppo, entro fine anno dovrebbe concludersi un massiccio progetto di aggregazione che coinvolge 13 società del gruppo. Al termine di tale intervento tutti gli immobili che non fanno parte di Imser 60 Srl (società nata dalla scissione di Imser Srl a sua volta controllata per il 60% da Beni Stabili e per il 40% da Telecom Italia) faranno parte di un’unica società. Un’altra società raggrupperà invece tutti gli immobili destinati a essere venduti in tempi brevi. Beni Stabili, infine, accentrerà il controllo diretto di tutte le società fornitrici di servizi oggi legate alla capogruppo da rapporti di collaborazione o da partecipazioni non rilevanti. Nessuna grande novità caratterizza i dati del terzo trimestre 2005: qualche nuovo acquisto, il più promettente dei quali è un immobile situato del centro di Firenze da affittare al gruppo Prada, e la cessione, come da programma, della quota di partecipazione in Torino Zerocinque Trading a Fiat. Rispetto allo stesso periodo 2004 i ricavi derivanti dagli affitti sono aumentati dell’8,5%, l’utile industriale dello 0,2% e l’utile netto dello 0,5%.

I dati del trimestre confermano le previsioni. Stimiamo un utile per azione di 0,05 euro sia nel 2005 sia nel 2006. Titolo caro, vendere.

condividi questo articolo