Analisi
Coca Cola 12 anni fa - mercoledì 14 dicembre 2005
Le misure annunciate dal management non appaiono all'altezza della situazione.

Prezzo al momento dell'analisi (13/12/2005): 40,96 euro.

Sta per concludersi il periodo di diciotto mesi richiesto dai nuovi vertici di Coca-Cola (KO.N) per migliorare l’efficienza industriale del gruppo e per dargli un nuovo orientamento. Tuttavia, la misure annunciate non sono a nostro avviso all’altezza della situazione. Un nuovo slogan, dei nuovi imballaggi, alcune nuove bevande rappresentano certo dei passi avanti, ma non ci sembrano sufficienti. Dubitiamo inoltre che il management riesca a centrare l’obiettivo (pur modesto rispetto alla storia del gruppo) di una crescita dell’utile per azione a lungo termine di poco inferiore al 10%. Infatti, in assenza di una strategia più aggressiva, Coca-Cola resterà molto dipendente dalle bevande zuccherate sempre più “snobbate” dai consumatori (come testimoniano le vendite fiacche in mercati così diversi come l’Europa e l’India).

Manteniamo le stime sull’utile per azione a 2,1 dollari per il 2005 e 2,2 dollari per il 2006. Il management non ci sembra abbastanza intraprendente e al prezzo attuale dell’azione, cara, la promessa di aumentare il dividendo e di acquistare azioni proprie nel 2006 non basta secondo noi a compensare la debolezza strutturale del gruppo. Vendere.

condividi questo articolo