Analisi
Crédit Agricole 12 anni fa - lunedì 19 dicembre 2005
Il piano di crescita da qui al 2008 è credibile.

Prezzo al momento dell'analisi (16/12/05):  26,65 EURO

Conclusa finalmente la lunga integrazione (3 anni) del Crédit Lyonnais e di Finaref (credito al consumo), Crédit Agricole (CAGR.PA) può cercare di colmare il ritardo accumulato all’estero rispetto ai concorrenti BNP Paribas e Société Générale, soprattutto nella banca commerciale e nei servizi finanziari specializzati (credito al consumo, factoring). Per riuscirvi il gruppo conta di portare entro il 2008 dal 35% attuale al 50% il contributo delle attività internazionali ai profitti complessivi. In quest’ottica prevede di investire 5 miliardi di euro in tre anni per acquisire soprattutto banche commerciali di medie dimensioni nell’Europa meridionale e nel bacino Mediterraneo, dove hanno un potenziale maggiore di quelle più grandi e un prezzo ancora ragionevole. Nell’Europa centrale e orientale, invece, il gruppo punterà soprattutto sulla crescita interna, il che ci sembra sensato visto il livello dei prezzi raggiunto dalle banche in queste regioni.

A nostro avviso il gruppo riuscirà, grazie alla strategia focalizzata sulle attività internazionali, a centrare l’obiettivo di una crescita dell’utile per azione pari al 10% annuo da qui al 2008. Potete acquistare quest’azione conveniente.

condividi questo articolo