Analisi
UCB 12 anni fa - mercoledì 21 dicembre 2005
Deludenti gli ultimi studi clinici sui farmaci del gruppo.

Prezzo al momento dell'analisi (20/12/2005): 40,98 euro

Gli ultimi studi clinici su due molecole di UCB (UCBBt.BR) sono risultati deludenti. Secondo i dati pubblicati a ottobre, infatti, il Cimzia non sarebbe più efficace di altri farmaci già in commercio per curare il morbo di Crohn. Inoltre, un recente studio sull’antiallergico Xyzal nel quadro della prevenzione dell’asma nei bambini non ha dato i risultati sperati, indebolendo le prospettive di questo farmaco (UCB sperava potesse prendere il posto dello Zyrtec minacciato dai generici). Se gli studi clinici in corso su molecole contro l’artrite reumatoide e il cancro dovessero dare buoni risultati (attesi a fine 2006) ciò compenserebbe largamente le delusioni attuali, ma nell’attesa al gruppo non resta che contare sull’anti-epilettico Keppra le cui vendite sono cresciute di oltre il 30% dall’inizio dell’anno. Tuttavia, anche se questa tendenza dovesse continuare (nuova formulazione e nuove indicazioni), ciò non basterebbe a nostro avviso a giustificare il prezzo attuale dell’azione.

Per il 2005 riduciamo da 2,23 a 1,92 euro le nostre stime sull’utile corrente per azione, che dovrebbe salire a 2,14 euro nel 2006. A medio termine UCB resta troppo dipendente dal Keppra. Vendete quest’azione cara.

condividi questo articolo