Analisi
Arcelor 12 anni fa - martedì 31 gennaio 2006
Rifiutata l’offerta di Mittal

Rifiutata l’offerta di Mittal

Prezzo al momento dell'analisi (30/01/2006): 29,77 euro

Arcelor ci sembra in una posizione di debolezza nei confronti dell’indiana Mittal, ma non si arrenderà facilmente. Ci aspettiamo che l’offerta di Mittal venga rialzata, e il titolo è correttamente valutato.
> Mantenere

L’offerta dell’indiana Mittal, il principale gruppo siderurgico al mondo, sul n° 2 del settore Arcelor (CELR.BR) è di 28,21 euro per azione, parte in contanti e parte in azioni. Un prezzo che, malgrado superi del 27% la quotazione di Arcelor prima dell’offerta, è secondo noi poco generoso se paragonato a quello delle ultime operazioni nel settore. Non sorprende quindi che il management di Arcelor abbia rifiutato l’offerta; pensiamo comunque che Mittal potrebbe rialzarla. Oltre al fatto che può permetterselo visto lo scarso indebitamento, il gruppo indiano potrà infatti contare anche sull’imminente cessione di alcune attività di Arcelor (come Dofasco) nonché sulle sinergie della fusione. Arcelor, al contrario, ha poco margine di manovra: in assenza di un azionista di controllo (l’85% dei titoli appartiene a piccoli azionisti) che possa opporsi a Mittal, la sua difesa risulta difficile. Inoltre l’elevata capitalizzazione (numero di azioni moltiplicate per il prezzo), pari a 18 miliardi di euro, ostacola le eventuali controfferte da parte di un altro gruppo (risulterebbero molto onerose). Arcelor continuerà comunque a opporsi e presenterà un piano in risposta, anche se in ultima battuta riteniamo che siano gli azionisti di Arcelor a doversi pronunciare sull’offerta.

condividi questo articolo