Analisi
Philips 12 anni fa - lunedì 30 gennaio 2006
Troppo ottimista per il 2006

Troppo ottimista per il 2006

Prezzo al momento dell'analisi (27/01/2006): 27,75 euro

Nonostante dei risultati superiori alle attese nell’ultimo trimestre del 2005, gli obiettivi del gruppo per il 2006 ci sembrano un po’ troppo ambiziosi. Inoltre, al prezzo attuale, l’azione risulta cara.
> Vendere

Philips (PHG.AS) ha realizzato nel 2005 un utile per azione di 2,29 euro (1,4 euro senza considerare gli elementi non ricorrenti) e un fatturato in crescita del 4% (a struttura costante e senza effetti di cambio). Il buon andamento nei semiconduttori e nell’elettronica di largo consumo (che gli hanno consentito di chiudere l’anno con un risultato superiore alle attese) la rendono ottimista anche per il 2006, per cui continua a mantenere i suoi obiettivi di vendite (5-6% annuo) e di redditività (tra il 7% e il 10%). Le prospettive del mercato dei semiconduttori restano buone per il 2006 e gli investimenti del gruppo nell’innovazione e nel marketing dovrebbero continuare a dare frutti. Tuttavia, a nostro avviso, il management faticherà a centrare gli obiettivi di redditività. Da una parte, il miglioramento dei margini nel 2005 (5,9%) è stato gonfiato da elementi non ricorrenti (guadagni su cessioni). Dall’altra, malgrado la ripresa di fine anno, l’attività semiconduttori resta fragile, come testimonia l’intenzione del gruppo di scorporarla per poterla fondere più facilmente nel tempo con un eventuale socio. Stimiamo utili per azione di 1,56 euro nel 2006 e 1,66 nel 2007.

condividi questo articolo