Analisi
Fed e Bce: attese confermate 12 anni fa - lunedì 6 febbraio 2006
Non sorprendono Fed e Bce che, rispettivamente, aumenta e lascia invariato il proprio tasso ufficiale. Le ripresa economica sulle due sponde dell'oceano (debole in Europa, solida negli Usa) sostiene i tassi di mercato.


Tutto come previsto: la Fed ha rialzato di 0,25 punti il proprio tasso ufficiale portandolo al 4,5%, mentre la Bce, frenata dalla debole crescita economica di Eurolandia, ha preferito rinviare ogni decisione alla riunione di marzo. Scontati anche gli andamenti dei tassi sul mercato, con quelli a medio/lunga scadenza in aumento per tutte le valute (euro, dollaro americano e sterlina inglese) e quelli a breve che hanno registrato un arresto solo nel Vecchio continente. Nell'area euro, molti affanni per l'economia italiana: dopo gli ultimi dati macroeconomici di tutto rispetto, ha registrato dei rallentamenti, con la produzione industriale in netta discesa. Il mercato continua però ad essere ottimista e la fiducia nei servizi ha registrato un discreto aumento.             

condividi questo articolo