Analisi
Heineken 12 anni fa - lunedì 27 febbraio 2006
Sforzi meritevoli, ma...

Sforzi meritevoli, ma...

Prezzo al momento dell'analisi (24/02/06): 32,26 EUR

Heineken non è più in difficoltà, ma fatica a riprendere un buon passo e il dividendo non cambia (nel 2006 distribuirà 0,4 euro). Per l'anno in corso prevediamo un utile per azione di 1,65 euro (+6%). L'azione è cara.
>Vendere

Dopo diversi anni in difficoltà, in particolar modo a causa dell'indebolimento del dollaro (a cui il gruppo è assai sensibile, visto che vende negli Usa senza tuttavia produrvi), Heineken (HEIN.AS), il gigante olandese della birra, ha pubblicato risultati 2005 molto rassicuranti. La crescita, benché debole, è positiva (il fatturato è aumentato del 2,2%), mentre l'utile per azione aumenta, su base comparabile, del 4,6%. Controbilanciando una situazione ancora difficile in Europa occidentale, gli investimenti effettuati nel corso degli ultimi anni, soprattutto in Europa dell'Est (la Russia è oggi il suo primo mercato), cominciano a fare frutti. Nei confronti dei Paesi emergenti Heineken resta, tuttavia, meno ambiziosa di altri giganti del settore come InBev o SaBMiller. Il nuovo management (al lavoro da ottobre) ha promesso di accelerare la riduzione dei costi e di continuare a promuovere il marchio Heineken, la sola vera marca mondiale del settore. La prossima commercializzazione di una nuova birra negli Stati Uniti si annuncia come promettente, tuttavia, vista la forte concorrenza a livello globale, non ci aspettiamo certo che gli utili si mettano a fare passi da gigante.

condividi questo articolo