Analisi
Mariella Burani 12 anni fa - lunedì 20 febbraio 2006
Fatturato 2005 +12,3%

Fatturato 2005 +12,3%

Prezzo al momento dell'analisi (17/02/06) 14,30 EUR

Risultati brillanti per Mariella Burani che ha vissuto il 2005 all'insegna della crescita, spinta dagli ottimi risultati del settore pelletteria (tra maggio e giugno dovrebbe anche quotare Antichi Pellettieri) ma il titolo è caro.
>Vendere

Mariella Burani ha chiuso il 2005 con ricavi in crescita (+12,3%) principalmente grazie ai buoni risultati della divisione pelle (+20,4%) in cui hanno ben figurato soprattutto i marchi Braccialini (borse e accessori, +50,6%) e Baldinini (calzature, +35,7%). Grazie anche all’adozione dei nuovi principi contabili europei la crescita dei ricavi si è tradotta in una crescita dell’utile a 0,91 euro per azione (+67,4%). Si tratta di risultati in linea con le nostre attese, che confortano sulle prospettive di un gruppo che nel 2005 ha già fatto molto: dall’inclusione nel gruppo del retailer svizzero del settore lusso Bernie’s, all’apertura di nuovi negozi, al lancio di nuove collezioni. Quanto al 2006, il corrente esercizio promette altre novità come la quotazione di Antichi Pellettieri (di cui fanno parte i marchi Baldinini, Braccialini e Francesco Biasia) che potrebbe arrivare, se il mercato sarà in un momento favorevole, a maggio o giugno. Secondo le nostre stime l’utile per azione di 0,57 euro nel 2005 salirà a 0,63 euro nel 2006: bei risultati, ma non bastano a giustificare i prezzi attuali, cresciuti di pari passo con le attese di utile, sovrastimando le potenzialità del titolo che resta caro.

condividi questo articolo