Analisi
Thomson 12 anni fa - lunedì 6 febbraio 2006
Strategia convincente

Strategia convincente

Prezzo al momento dell'analisi (03/02/2006): 14,49 euro

A nostro avviso il recente avvertimento del management e i dati deludenti sul fatturato del quarto trimestre non rimettono in causa le buone basi della strategia. L’azione è correttamente valutata.
> Mantenere

Thomson (TMS.PA) ha annunciato un fatturato deludente per il quarto trimestre 2005 (solo +0,8%, a struttura costante, nell’attività principale) e ha ridotto dal 10% all’8,5% le stime sulla redditività industriale nel 2006. Questo avvertimento solleva dubbi sulla credibilità del management e evidenza i rischi legati alla strategia di riposizionamento sul settore dei servizi e delle attrezzature per l’industria dei media e delle telecom, ma non ipoteca secondo noi le prospettive del gruppo a lungo termine. Innanzitutto, il rallentamento della crescita delle divisioni DVD e decoder, alla base del fiacco fatturato del quarto trimestre, non è imputabile a fattori strutturali, ma solo al ritardo nell’uscita dei film di successo e al lancio dei decoder di nuova generazione. Del resto per l’intero 2005 il fatturato dell’attività Media & Entertainment è cresciuto dell’8,5%. Quanto al leggero calo della redditività atteso nel 2006, dovrebbe derivare soprattutto da effetti contabili (aumento dei costi pluriennali legati alle acquisizioni). Manteniamo a 0,75 euro le stime sull’utile per azione 2005, ma le riduciamo da 1,45 a 1,25 euro per il 2006 per tener conto delle dichiarazioni del gruppo.

condividi questo articolo