Analisi
Alitalia 11 anni fa - lunedì 6 marzo 2006
Ridotte le perdite nel 2005

Ridotte le perdite nel 2005

Prezzo al momento dell'analisi (3/3/06): 1,27 EUR

Sul bilancio 2005 appena approvato dalla compagnia di bandiera pesano gli effetti del caro-petrolio, tuttavia l'attesa è ora per il 10 marzo, quando il management si riunirà a rivedere le previsioni per il 2006.
>Vendere

Alitalia ha approvato il bilancio 2005 che ha visto le perdite del gruppo ridursi dell'80% rispetto al 2004, grazie ai maggiori ricavi (+11,6%, in seguito a una crescita del 7,8% del numero di passeggeri), a cui è associato un forte calo del costo del personale (-31,4%, anche grazie ai nuovi principi contabili europei). Si tratta, tuttavia, di risultati inferiori a quanto previsto dal piano industriale e su cui i revisori della società hanno avuto da discutere. In particolare non è stato apprezzato il fatto che se pure i nuovi principi contabili internazionali non distinguono tra elementi ordinari e straordinari, dal bilancio della capogruppo (in cui la differenza tra poste straordinarie e poste ordinarie esiste ancora) risulta che la società è passata da una perdita straordinaria di 1,66 euro per azione nel 2004 a un utile straordinario di 0,73 euro nel 2005; questi dati insinuano quindi qualche dubbio sull'affidabilità del dato (-80%) sbandierato da Alitalia relativamente alla riduzione delle perdite di gruppo. In attesa degli aggiornamenti al piano industriale previsti per il 10 marzo, stimiamo ancora una perdita per azione di 0,05 euro per il 2006 e un risultato in pareggio nel 2007.

condividi questo articolo